Contattaci subito

per un appuntamento

Ansia da Separazione

Ansia da Separazione

L’ansia da separazione è la reazione di spavento e di protesta che il bambino manifesta quando le sue principali figure di attaccamento, soprattutto la madre, si allontanano da lui o quando è in presenza di persone che non conosce. Si tratta di un’importante e normale fase dello sviluppo, sia intellettivo che sociale, del bambino, che compare intorno agli otto mesi di vita, e indica come abbia imparato a riconoscere chi si occupa di lui, come abbia stabilito con il caregiver (“colui che dà cure”) un legame di attaccamento e come percepisca in sua assenza un pericolo. Renè Spitz (psicoanalista austriaco) ha descritto lo stadio in cui si manifesta l’angoscia dell’estraneo o angoscia dell’ottavo mese, in cui il bambino impara a differenziare fra i vari volti umani, a reagire positivamente a quelli a lui familiari e negativamente a quelli a lui estranei. Si tratta di un’importante conquista sul piano dello sviluppo delle sue capacità sociali e relazionali e, come tale, è un passaggio obbligato ma transitorio.

Quando i comuni indicatori dell’ansia da separazione perdurano oltre l’età in cui la loro presenza è ritenuta normale, la loro intensità è eccessiva e causano al bambino un disagio significativo o una compromissione del funzionamento sociale, scolastico o di altre aree importanti, si è in presenza di un quadro clinico specifico noto come Disturbo di ansia da separazione.  In questo caso, l’ansia del bambino all’allontanamento della madre non solo è esagerata, ma è anche inappropriata rispetto all’età: in questi casi può essere utile chiedere aiuto ad un professionista.

Il Disturbo di Ansia da Separazione nel DSM V  è collocato tra i disturbi d’Ansia. 

I principali sintomi sono:

  • eccessiva angoscia quando i genitori sono fisicamente lontani;
  • preoccupazione che possa accadere qualcosa di terribile ai familiari;
  • timori insoliti e a volte bizzarri di essere rapiti da sconosciuti o da fantasmi o alieni che sono nascosti nella stanza;
  • paura di perdersi;
  • rifiuto di andare a scuola o in altri luoghi lontani da casa;
  • comparsa di malessere fisico, come mal di stomaco, mal di testa, sintomi influenzali, ecc. alla minaccia di una separazione;
  • paura del buio, disturbi del sonno e incubi frequenti sul distacco dai familiari..

Nel DSM-V i criteri diagnostici non specificano più che l’esordio debba avvenire prima dei 18 anni, e per gli adulti è stato aggiunto un criterio di durata “tipicamente di 6 mesi o più” per minimizzare il rischio di sovradiagnosi di paure transitorie.

Scrivici subito

oppure chiamaci

Dott.ssa Bradac 347 7186228
Dott.ssa Trimboli 329 0770479

HOME SWEET HOME

Vivere la casa in armonia

Cosa offre il servizio?

home sweet home

Dott.ssa, Francesca Trimboli

SOS Separazione e Divorzio

Un aiuto psicologico per affrontarli.

Cosa offre il servizio?

sos separazione e divorzio

Dott.ssa, Sara Bradac

SOS Genitori

Per l'evoluzione di se stessi e dei figli.

Cosa ti offriamo?

SOS Genitori

Dott.ssa, Francesca Trimboli
Dott.ssa, Sara Bradac

Vai su