Contattaci subito

per un appuntamento

Parafilie

Parafilie

Il termine parafilia è stato introdotto dall’OMS (Organizzazione mondiale della sanità) ed è stato coniato e adottato da psichiatri, psicologi e sessuologi in sostituzione della vecchia dicitura di perversione sessuale. Il concetto di perversione si colloca tra le questioni più complesse, confuse e dibattute dell’intera Psicopatologia, soprattutto in quanto risulta spesso molto difficoltoso svincolarsi completamente dall’assunzione di una presunta norma sessuale, culturalmente e socialmente condizionata e rapidamente variabile. Ad esempio, è sufficiente ricordare tutte le vicissitudini attraversate dall’omosessualità come categoria nosografica, sia descrittiva che eziologica, considerata da sempre come manifestazione di un comportamento sessuale deviante e riabilitata dai manuali diagnostici come espressione di una sessualità normale solo in tempi estremamente recenti. Tornando alle parafilie, si tratta appunto di ricorrenti impulsi, fantasie o comportamenti sessualmente eccitanti che riguardano: oggetti inanimati, ricevere e/o infliggere sofferenza fisica o psicologica a se stesso o all'altro, minori o persone non consenzienti.

Il comportamento messo in atto nella parafilia è esclusivo, cioè la persona può eccitarsi sessualmente solo ed esclusivamente mettendo in atto il comportamento che caratterizza la sua perversione. Le parafilie possono essere classificate in base all’atto che sostituiscono (sostituzione del coito con altre pratiche sessuali, ad es. nel masochismo l'eccitazione del coito è sostituita dall'eccitazione data dalla sottomissione all'altro) o all’oggetto verso cui si indirizzano (spostamento dell'oggetto del desiderio sessuale, che non è più il partner, ma un oggetto, un bambino o un anziano). Un’ulteriore suddivisione riguarda il canale sensoriale che viene sollecitato. Clinicamente, sono riconosciute otto maggiori forme di parafilia:

Esibizionismo. Raggiungimento dell'eccitamento sessuale solo attraverso pratiche erotiche fondate sull'esposizione dei propri genitali ad una persona estranea ignara, dunque non consenziente. L'Esibizionista va alla ricerca dell'eccitamento provocato dalle reazioni della persona che si trova a guardare fuori dalla propria volontà; spesso si masturba mentre si mostra o mentre ha fantasie di mostrarsi agli altri.
Feticismo. Desiderio sessuale per un oggetto, una parte del corpo o una situazione particolare. In alcuni casi la presenza di questo “oggetto di culto” è necessaria, per non dire essenziale, al fine di innescare o aumentare l'eccitamento e il piacere sessuale.
Frotteurismo. Bisogno o comportamento che porta a toccare e sfregarsi in modo ricorrente contro persone non consenzienti per raggiungere eccitamento e gratificazione sessuale.
Pedofilia. Attrazione e preferenza sessuale verso i bambini.
Masochismo Sessuale. Bisogno di associare l’eccitamento e il piacere a condizioni di sofferenza fisica e di mortificazione, ricercando maltrattamenti e umiliazioni.
Sadismo Sessuale. Ricorrenti e intensi impulsi e fantasie sessuali che implicano atti reali, non simulati, in cui è la sofferenza psicologica o fisica oppure l'umiliazione della vittima ad essere sessualmente eccitante.
Feticismo di travestimento. Eccitazione e/o piacere sessuale nell'indossare abiti del sesso opposto.
Voyeurismo o scopofilia. Bisogno o comportamento che porta a spiare persone impegnate in atti che normalmente restano intimi e nascosti.

Scrivici subito

oppure chiamaci

Dott.ssa Bradac 347 7186228
Dott.ssa Trimboli 329 0770479

HOME SWEET HOME

Vivere la casa in armonia

Cosa offre il servizio?

home sweet home

Dott.ssa, Francesca Trimboli

SOS Separazione e Divorzio

Un aiuto psicologico per affrontarli.

Cosa offre il servizio?

sos separazione e divorzio

Dott.ssa, Sara Bradac

SOS Genitori

Per l'evoluzione di se stessi e dei figli.

Cosa ti offriamo?

SOS Genitori

Dott.ssa, Francesca Trimboli
Dott.ssa, Sara Bradac

Vai su